Ufficio Turistico Giaveno

Molte e variegate le attrattive per chi voglia praticare attività sportive outdoor o trascorrere un pò di tempo all'aria aperta. Sono infatti possibili un pò ovunque piacevoli escursioni e passeggiate naturalistiche. In particolare segnaliamo i monti dell'Aquila di Giaveno, con le valli del Tauneri e del Romarolo, dove la sezione di Giaveno del Club Alpino Italiano ha di recente compiuto un'opera di recupero e riqualificazione di antichi sentieri, percorrendo i quali si possono osservare diverse testimonianze materiali della cultura montana: terrazzamenti, antiche borgate, resti di carbonaie, nonché di fortificazioni (Colle della Roussa e Colle del Besso), risalenti al periodo in cui la cresta segnava il confine tra Savoia e Delfinato. Va inoltre segnalata la presenza e la praticabilità del Sentiero Quota Mille, che percorre tutto l'anfiteatro dell'Alta Val Sangone con un percorso di oltre 50 chilometri, percorribile in più giornate sostando presso i diversi punti tappa presenti sul suo tracciato. Molti di questi sentieri sono inoltre percorribili in mountain- bike.

Chi è appassionato di arrampicata sportiva potrà cimentarsi in interessanti monotipi o vie lunghe sul bellissimo gneiss di Rocca Parey (oltre 200 itinerari, con alcune vie di oltre 200 mt.), recentemente riattrezzata dalla sezione del C.A.I. e raggiungibile in soli 20 minuti con un comodo sentiero, oppure presso Baciasse, sempre in località Aquila di Giaveno.

Per chi preferisce l'equitazione, diversi maneggi offrono la possibilità di fare lezioni all'interno, oppure effettuare belle passeggiate su itinerari ormai classici.

Vi consigliamo i seguenti itinerari che alcuni dei più qualificati centri ippici della Val Sangone offrono:

  • Colletto del Forno: l'itinerario attraversa una zona che rivela tutta la ricchezza di acque pure della valle, tocca due borgate testimoni della cultura di montagna ed è consigliato a tutti.
  • Borgata Tora: si incontrano borgate, si attraversano boschi e tratti di pineta per un itinerario di circa 12 Km.
  • Colle Braida e Sacra di San Michele: questo percorso vi permette di raggiungere a cavallo il monumento simbolo della Regione Piemonte attraversando un versante della Val Sangone particolarmente soleggiato e con una natura selvaggia.
  • Monte Cuneo: il percorso attraversa una scultura della natura, lavoro millenario dei ghiacci e permette la visione di un panorama estremamente vario dagli specchi dei laghi di Avigliana alla bassa Val Sangone (Sangano-Reano-Trana) fino alla città di Torino.

In primavera ed estate vengono organizzate, alla modica cifra di 3 euro, interessanti visite guidate alla riscoperta della Cittadella Abbaziale. Al raggiungimento di un massimo di 10 persone il sabato pomeriggio prevede un paio d'ore in compagnia della storia, dell'arte e di un caffè. Infatti una guida turistica qualificata sarà lieta di accompagnare i visitatori attraverso i monumenti principali della Città e di concludere con un caffè in uno dei vari bar di Giaveno.

In inverno la Stazione sciistica di Pian Neiretto è velocemente raggiungibile dal capoluogo ed adatta in particolare a famiglie e a tutti coloro che vogliano provare a cimentarsi con questo sport. Diverse le possibilità per una gita di sci alpinismo o con le racchette da neve: ricordiamo oltre ai monti Pian Reale e Rubinet, l'Alpe Colombino, dove è anche presente una pista di pattinaggio su ghiaccio ed un tapis roulant per divertirsi con bob e slittino.

Non si possono infine dimenticare i tre laghetti dove si effettua la pesca sportiva: l'ideale per far provare l'emozione della pesca anche ai più piccoli e per trascorrere una giornata in compagnia, magari pranzando con una bella grigliata all'aperto, sulle aree verdi che contornano i nostri laghetti.

La scuola di ricamo "Giaveno Ricama" realizza corsi personalizzati sulle tecniche tradizionali piemontesi come il Bandiera, i punti di fondo, il ricamo Colbert oppure il macramé, tecnica di origine araba, con la quale attraverso soli nodi si possono realizzare frange e contorni per vestiti.